Perché un libro è più bello di un ebook

Spesso si parla di E-book, libri in formato PDF e robe del genere, non si da più spazio ai romanzi cartacei. La maggior parte delle volte la versione in carta dei libri viene messa da parte, oscurata invece dalle nuove fonti di comunicazione. O almeno è così che si pensa, ma non è assolutamente così.

Il nostro mondo è pieno di scrittori che sono stati e continueranno ad essere presenti, ma noi giovani non siamo più indirizzati sui libri di questi autori. Per noi, i nostri scrittori sono coloro che riescono a rapirci con una sola frase. Volete un esempio? Cassandra Claire, scrittrice della saga ‘Shadowhunters’, urban fantasy. Anna Todd, autrice di ‘After’, romanzo rosa. Stephen King, il quale ha fatto molti libri fantastici, soprattutto horror. E molti altri ancora.

Ma non sono qui per parlarvi dei nostri scrittori preferiti, ma dell’importanza dei libri cartacei.

Sento spesso dire i genitori, ai propri figli, la medesima frase :”Ah, ma perché non te lo scarichi su Internet, invece di farmi spendere soldi inutili sui libri?”

Vorrei rispondere io, a nome di tutti noi giovani, a questa domanda.

I libri cartacei sono importantissimi, perché sono dei ricordi della nostra infanzia. Non vorrei esagerare dicendo “dei pezzi della nostra anima, personalità” ma è proprio così invece. Difficile crederci per chi non ha mai provato l’ebbrezza nel leggere un libro. Sono stati i nostri stessi antenati a dare interesse ai libri, perfino coloro che hanno cercato di bruciare la nostra cultura facendo sparire i libri “non adeguati al regime”. Loro, prima di tutti, hanno capito che tra quelle pagine si formano i nostri pensieri e idee, opinioni e scelte. Hanno sempre rappresentato un nemico per l’ignoranza che guidava il nostro mondo.

Quando leggi, si ha il bisogno di toccare le pagine, di sfiorarle con le proprie dita. Un e-book potrà essere comodo da portare, tecnologico ed economico, ma non potrà mai essere sostituito dal libro in carta. Perché sono fatti per essere presi ovunque tu sia, in aereo, in spiaggia, quando sei sotto le coperte e chiudi la tua giornata con una buona lettura. In quei posti dove non c’è la corrente, le spine elettriche, e il proprio E-book è andato fuori uso.

Non sono neanche tanto fragili come questi nuovi aggeggi elettronici, possono essere lasciati a terra, o abbandonati sulle lenzuola del letto.

Pensate quando, un giorno, vostro figlio vorrà conoscere meglio la vostra infanzia e voi, allora, prenderete il libro che tenevate conservato per dieci, vent’anni e lo metterete nelle sue mani.

Tra cinquant’anni, se non di meno, sarà scomparso qualsiasi tipo di rilegatura tradizionale, come erano scomparse le macchina da scrivere, ma avremo sempre un libro tra le mani.

Sempre, Vostra Autrice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.