Mario Draghi, deluso, annuncia la fine del Governo, Mattarella respinge

Mario Draghi, deluso, annuncia la fine del Governo, Mattarella respinge

Era nell’aria, si intuiva già dal pomeriggio quando il primo ministro Mario Draghi si era recato al Colle per consultazioni. Poi l’annuncio in CdM: “Voglio annunciarvi che questa sera rassegnerò le mie dimissioni nelle mani del Presidente della Repubblica. Le votazioni di oggi in Parlamento sono un fatto molto significativo dal punto di vista politico“.

Poi, fra le altre cose ha aggiunto: “La maggioranza di unità nazionale che ha sostenuto questo governo dalla sua creazione non c’è più. È venuto meno il patto di fiducia alla base dell’azione di governo“.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso sarebbe stata l’uscita dall’Aula dei pentastellati in Senato al momento di votare la fiducia al Dl “Aiuti”, ma la tempesta era nell’aria da giorni. Pertanto il dl voluto dal Governo cui gli stessi esponenti si sono sottratti senza ritirarsi comunque dall’Esecutivo appare più come un reciproco pretesto per staccare la spina.

Aggiornamento h 20.00 – Dopo il CdM il primo ministro si è recato nuovamente al Quirinale per formalizzare le dimissioni ma il presidente della Repubblica ha respinto le dimissioni rinviando alle Camere per la fiducia.

POLITICA ITALIANA PRIMO PIANO