È morto il piccolo Domenico

È morto il piccolo Domenico

Si è spento nella notte, all’ospedale pediatrico di Taormina, il piccolo Domenico Bandieramonte di 4 anni appena compiuti. La sua storia, tragica, ha fatto il giro dei social in questi giorni a seguito del drammatico appello della mamma, Ambra Cucina, alla disperata ricerca di un neurologo (neurochirurgo) che potesse fornire un ulteriore consulto per la riduzione di un grave edema cerebrale che ha colpito il piccolo dopo un’infezione da enterococco forse contratta all’ospedale San Marco di Catania.
La storia ha inizio con un virus intestinale che aveva allarmato i genitori i quali, il 29 giugno scorso, avevano portato il piccolo per due volte al pronto soccorso pediatrico dell’ospedale Garibaldi Nesima. Il bambino era stato visitato ed entrambe le volte dimesso per seguire un normale decorso domiciliare, a parere dei genitori però le condizioni sembravano peggiorare e per questo motivo avevano deciso di portarlo successivamente al pronto soccorso dell’ospedale San Marco. Qui, secondo l’esposto presentato in Procura dal legale della famiglia, il bambino avrebbe contratto il batterio di tipo enterococco che ne avrebbe in poche ore devastato gli organi e che avrebbe richiesto un immediato trasferimento al Policlinico di Catania, da qui era stato poi portato a Messina e a Messina si sarebbe deciso il trasferimento all’ospedale pediatrico di Alta Specializzazione del Bambin Gesù di Taormina. Il piccolo è andato incontro a tre arresti cardiaci dai quali è stato sempre rianimato mentre erano rientrati nella norma gli organi compromessi dal batterio fra i quali fegato e polmoni, però il bambino è andato in coma a causa di un diffuso edema cerebrale. Nella notte il tragico epilogo.
Sarà adesso la magistratura a dover chiarire cosa è veramente accaduto e le eventuali responsabilità.

PRIMO PIANO SICILIA