Draghi avvisa Conte: basta ultimatum

Draghi avvisa Conte: basta ultimatum

Non pare far molta strada la proposta avanzata da Forza Italia di un governo Draghi bis con l’esclusione del M5S, o di quel che ne è rimasto. Il primo ministro Mario Draghi che ha incassato il sostegno di Salvini per la Lega e di Letta per il Pd afferma che “finché si riesce a lavorare non ci sarà alcun bis” e in merito avvisa però Giuseppe Conte: “Convergenze con il Movimento 5 Stelle, ma basta ultimatum”.
Durante la conferenza stampa, a dir la verità, il primo ministro ha fatto una forte apertura a Conte laddove ha affermato “Quando ho aperto la lettera […] ho trovato molti punti di convergenza con l’agenda di governo e quindi i temi affrontati nella riunione con i sindacati sono esattamente in quella direzione, sono punti che era necessario sollevare“.

Rabbiosa invece la reazione del ministro Luigi Di Maio contro i suoi ex compagni di partito laddove afferma: “Se si decide di creare una crisi di governo, ci dobbiamo dire quali sono gli effetti: si va a votare, il paese finisce in esercizio provvisorio, e sono rischi non accettabili. Se questo è un governo di unità nazionale, i 5 stelle ci devono chiaramente dire se stanno dentro o fuori“. In fondo, però, fra “ex” è spesso così. (L.A.)

POLITICA ITALIANA PRIMO PIANO