Guardia di Finanza smonta cosca mafiosa a Palermo

Guardia di Finanza smonta cosca mafiosa a Palermo

L’operazione “sottoveste” della Guardia di Finanza ha consentito l’emersione di una serie di reati commessi a Palermo attraverso una impresa edile creata all’apposito scopo di gestire le ristrutturazioni di una catena di negozi legati a un importante marchio. Sette i provvedimenti eseguiti di cui due in carcere, due ai domiciliari e tre sottoposti a misura interdittiva di esercizio di attività imprenditoriali per dodici mesi. Le accuse a vario titolo, fatta salva la presunzione di innocenza valida fino all’ultimo grado di giudizio, sarebbero di concorso esterno in associazione mafiosa, intestazione fittizia di beni aggravata dall’aver agito per agevolare l’associazione per delinquere denominata Cosa Nostra.
Lo stesso provvedimento ha previsto il sequestro preventivo di cinque società operanti nella vendita al dettaglio di abbigliamento, intimo e accessori per un totale di tredici punti vendita tra Palermo, Cefalù e Favignana. I beni sequestrati, compresa un’automobile, sarebbero quantificati in circa cinque milioni di euro.

SICILIA