Sembra di sentire “Paolo stai sereno”: sarà crisi di governo?

di Luigi Asero

Potrebbe non durare ancora a lungo il governo Gentiloni. L’impressione è che qualcosa, nuovamente, stia cambiando negli equilibri del potere che reggono (?) le fila del potere in Italia. Già qualcosa lo si intuiva, e lo abbiamo accennato, nella netta presa di posizione del ministro degli Esteri Angelino Alfano quando si è schierato nettamente in favore delle parole del procuratore Carmelo Zuccaro sulle Ong e la gestione dei migranti. Una presa di posizione, quella di Alfano, che avrebbe tracciato un solco profondo tra lui e il ministro della Giustizia Andrea Orlando, a sua volta “reo” di aver sfidato il segretario Matteo Renzi alle recenti primarie del Pd. E da Renzi sconfitto.

Ora l’impressione è che Renzi si prepari a “riprendersi” ciò che considera “suo”: il governo del Paese. E lo fa, probabilmente, preparando la campagna elettorale. Campagna che non dovrebbe protrarsi fino al 2018, come da più parti si dice perché Renzi è uomo da “tutto e subito”.

Ecco perché è come se sentissimo già una vocina in sottofondo: #paolostaisereno. Sarà crisi di governo a breve?

Luigi Asero

Appassionato di informazione scrivo per passione su diverse testate. Sempre alla ricerca della verità.