4.000 nuovi migranti in Sicilia, record su record

migranti

di Luigi Asero

 

Il tempo di “abituarsi” alla continua emergenza e nuove notizie (fotocopia delle precedenti) calcano la scena dei media nazionali. Altri 6.500 migranti sono stati raccolti e salvati dalla Marina Militare insieme ad altri mezzi navali, di questi 4.000 stanno sbarcando in queste ore in Sicilia. Fra le persone tratte in salvo si sono però, anche questa volta, 26 cadaveri. Diciassette salme saranno sbarcate a Palermo, fra questi 3 bambini.

I numeri non fanno che gonfiare tragici bilanci che vanno quotidianamente aggiornati. Sono oltre 156 mila i migranti sbarcati in acque italiane (soprattutto in Sicilia) dall’inizio dell’anno.

L’orrore, semmai ne serva ancora, arriva dalla notizia che tre dei corpi che saranno sbarcati a Palermo sarebbero morti a seguito di violentissime percosse subìte probabilmente da parte dei miliziani libici che si “occupano” della tratta di esseri umani. Sconvolto un medico legale (come riporta il quotidiano La Repubblica) dopo aver visto il corpo irriconoscibile di una bimba dell’apparente età di otto anni.

Si teme, inoltre, che un numero imprecisato di migranti siano annegati durante le traversate e siano scomparsi in mare.

Su queste ennesime morti la Procura di Palermo sta aprendo un’inchiesta. Un atto dovuto che probabilmente non porterà a nulla vista l’extraterritorialità all’origine del pestaggio.

Intanto i centri sono al collasso e anche da Francia e Grecia giungono notizie poco confortanti.

Non è un esodo, è una strategia. E nessuno intende ammetterlo.

Luigi Asero

Appassionato di informazione scrivo per passione su diverse testate. Sempre alla ricerca della verità.