Violento terremoto in Centro Italia. Decine di vittime, paesi cancellati

terremoto-lazio-1

Una violenta scossa di terremoto ha sconvolto il centro Italia questa notte alle 3.36, decine le vittime ma è impossibile al momento avere un bilancio preciso. Centinaia ancora i dispersi.

Il terremoto ha quasi cancellato il paese di Amatrice e danneggiato in maniera gravissima Accumoli (dove ci sarebbe l’epicentro del sisma), Pescara del Tronto, Castelsantangelo sul Nera. Alla scossa più violenta, di magnitudo 6.0 è seguito uno sciame sismico di oltre 50 scosse di magnitudo pari o superiore a 3.0. Al momento la terra continua a tremare. La macchina dei soccorsi si è mossa con grande rapidità ma sono enormi le difficoltà incontrate. Il governatore del Lazio, Zingaretti, fa appello a lasciare libera la via Salaria essenziale per il movimento dei mezzi di soccorso.

La Protezione Civile ha diffuso i numeri da chiamare in caso di emergenza: contact center della Protezione civile nazionale: 800840840; sala operativa della protezione civile Lazio: 803555. Lanciato anche l’appello a donare il sangue: l’Avis provinciale di Rieti invita a recarsi all’ospedale San Camillo de Lellis della città.

Le vittime accertate sarebbero già 22, ma qualcuno parla di trenta morti. Sul posto oltre la Protezione Civile starebbe arrivando anche l’Esercito, da poco sono presenti anche le unità cinofile con i cani addestrati per queste evenienze.

Si raccomanda a tutti di non improvvisare operazioni di soccorso senza l’opportuno coordinamento con la Protezione Civile.