Serrata dei laboratori di analisi cliniche in Sicilia

LabMachines

di Luigi Asero

Settimana di fuoco per la sanità convenzionata in Sicilia, almeno per quanto riguarda i laboratori di analisi cliniche. Inizia infatti la chiusura a oltranza di circa 600 laboratori di analisi e specialisti convenzionati con l’Assessorato alla Salute della Regione siciliana. Aderiscono allo sciopero la maggior parte delle sigle sindacali che rappresentano circa 350 laboratori d’analisi e 250 specialisti.

La protesta scaturisce dagli ingenti tagli al settore imposti dalla regione siciliana, in particolar modo il budget 2015 (che stabilisce il massimale delle prestazioni effettuabili) e che è stato comunicato dalla regione soltanto lo scorso 9 febbraio, cioè quando tutte le prestazioni dell’anno in esame erano state -evidentemente- già effettuate.

Il taglio del budget è stato quindi effettuato con modalità retroattiva.
Per gli utenti rimane solo, fino a fine “serrata” l’alternativa dell’ospedale pubblico con tutti i disagi che deriveranno dall’improvvisa imponente massa di utenti.

IN ALLEGATO FILE EXCEL CON ELENCO STRUTTURE ADERENTI ALLO SCIOPERO