Artigiano ucciso a Rovigo, preso l’assassino

112

Massimo Negrini, artigiano 51 enne di Giacciano con Baruchella era scomparso di casa domenica sera, il suo cadavere completamente denudato è stato ritrovato nella tarda serata di martedì sera 2 febbraio in un canale di scolo a Lendinara. Le indagini hanno rapidamente permesso ai Carabinieri di appurare gli ultimi movimenti dell’uomo e rintracciare così un suo conoscente, un 40 enne di trecenta nel polesano, che già questa mattina è stato arrestato con l’accusa di omicidio.

Dopo aver negato ogni addebito ha ceduto confessando il delitto. L’uomo era un amico della vittima. Da questi, artigiano benestante aveva avuto 40 mila euro forse per un prestito o forse per un investimento non andato a buon fine. Forse una lite all’origine dell’omicidio.
L’arma con cui ha sparato l’assassino è stata ritrovata e sequestrata.