La Turchia abbatte un jet militare russo

sukhoi 24 abbattuto

Secondo quanto dichiarato dalle autorità di Ankara il Sukhoi 24 russo sarebbe stato abbattuto perché avrebbe violato lo spazio aereo turco. Il jet russo, impegnato nei bombardamenti in Siria è stato “ingaggiato” da due F16 turchi e “avrebbe ignorato i ripetuti avvertimenti”.
Mosca contesta però in toto la versione turca (che in effetti appare poco credibile) sostenendo che non solo il sukhoi 24 non avrebbe mai violato lo spazio aereo turco ma che sarebbe stato attaccato da terra e non abbattuto dai jet turchi. Infatti sarebbe precipitato in territorio siriano. Salvi i due piloti che sono riusciti in tempo a salvarsi lanciandosi con i paracadute.

In ogni caso c’è da dire che i rapporti tra Turchia e Russia sono entrati in uno stato critico a causa delle ripetute violazioni dello spazio aereo turco da parte di velivoli russi da quando Mosca ha iniziato a bombardare in Siria, il 30 settembre, su richiesta del presidente Bashar al Assad. Proprio domani è previsto l’arrivo in Turchia del ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov con l’obiettivo di migliorare le relazioni diplomatiche tra Mosca e Ankara e rafforzare la lotta comune contro lo Stato islamico.

AGGIORNAMENTO:

H 13.40

In base ad alcuni video diffusi e fatti con degli smartphone uno dei due piloti russi sarebbe morto (un video ne ritrarrebbe il cadavere), mentre il suo compagno sarebbe stato catturato da miliziani jihadisti al grido di “Allah u Akbar” accompagnato da numerosi spari di “festeggiamento”.