Buona scuola e pessimi deputati

studenti-manifestazione-150312124006_bigClaudia Marini, giovane insegnante pugliese, ha scritto il seguente post sul suo profilo Facebook, relativo ai lavori parlamentari sulla riforma della scuola. La sua opinione riteniamo sia meritevole di esser diffusa ben oltre il profilo e, previo consenso dell’autrice, la ripubblichiamo qui.

A beneficio di quanti non vogliono ancora “vedere” la realtà delle cose in Italia.

Ero a Montecitorio ieri mattina (i cittadini, dopo aver compilato apposita richiesta, potevano partecipare all’assemblea ). Ci sono andata apposta, partendo in macchina di notte. Dovevo assolutamente assistere. Vi posso dire che sono rimasta disgustata, oltre che per il risultato, anche per la condotta dei tre quarti dei presenti in aula (e gli assenti, tra l ‘altro, erano non pochi: su 630 deputati ne erano presenti 325 !!!): gente che rideva, chiacchierava, chattava o parlava al telefono o usava fb proprio mentre qualcuno (solo quelli di Movimento 5 Stelle) ci difendeva con passione! Sì, Gli UNICI (piaccia o no a chi ne parla male) a tenere un comportamento serio e partecipe e a lottare con le unghie e i denti per la nostra sacrosanta causa, sono stati i ragazzi di M5s! Ma nonostante ciò, nonostante la sensatezza assoluta dei loro discorsi, il finale è stato deludente… o forse scontato !!!! VERGOGNA !!! Avrei voluto gridarlo ma a noi comuni cittadini non era consentito neppure annuire o dissentire con un cenno del capo (c’era tanto di regolamento a proposito, oltre a dei vigilantes che ti controllavano a vista )!
Ho percepito chiaramente che tutto è già deciso e quella che si sta tenendo in queste ore è solo una farsa. Mi indigna che questa gentaglia occupi quei posti e abbia il potere di decidere le sorti della Scuola (e ovviamente di chi la fa ), senza avere le competenze e senza neppure, comunque, aver provato a capire le nostre ragioni . Ma quale dialogo? Non arrendiamoci però e se sarà il caso mettiamo in conto un referendum!