Abu Alaa al-Afri, numero 2 dell’Isis ucciso

isisAbu Alaa al-Afri nome di battaglia di Abdul Rahman Mustafa Mohammed, numero due dello Stato Islamico, è stato ucciso in un raid della coalizione nel nord dell’Iraq.

Al momento del raid Abu Alaa al-Afri si trovava all’interno della moschea di Tal Afar dove stava incontrando altri miliziani. Sarebbero rimasti tutti uccisi, secondo il portavoce del ministero della Difesa iracheno, Tahsin Ibrahim.

Su Abu Alaa al-Afri era stata messa una taglia di 7 milioni di dollari dagli USA. Tornato in Iraq nei primi anni 2000 per contrastare l’occupazione anglo-americana, Afri aveva aderito all’ala qaedista irachena nel 2004, diventandone sei anni dopo uno dei leader locali più in vista. Recentemente era il numero due del califfo dell’auto-proclamato Stato Islamico Abu Bakr al Baghdadi.