L’amore sopravvalutato?

È che il mio cuore

ha bisogno di dormire sul tuo,

quando cala la notte…

ed i miei occhi,

di rifugiarsi nei tuoi,

alla luce del giorno.

L’odore del caffè bruciato.

Aroma d’arancia.

 

È che la vita

con te ha altro sapore,

nasce in quel talamo ov emuore…

amara la vita

con te, che senza te

lo è di più.

Amara come il caffè bruciato.

Aroma d’arancia

 

Ho come l’impressione che ai nostri giorni la parola “amore” sia sopravvalutata. È un concetto astratto ma così tanto concreto al tempo stesso che è difficile non distinguerne il profumo.

Leggendo questa poesia riuscivo a scorgerne i suoi lineamenti, le sue dolci note che ti accarezzano e ti ammaliano.

Siamo quasi tutti d’accordo sul fatto che l’amore, però, non sia una scusa.

Mi spiego: l’amore è ragione, motivazione, sentimento, grida, pianto, base solida, è vita ed è forte; per questo non è facile trovarlo.

Anzi, devi rimboccarti le maniche per stanarlo, poi per tenerlo.

Ed io ringrazio Giorgia Moscarelli: un’amica e un’artista. La ringrazio per aver dato la possibilità a chiunque leggerà questa poesia di poter provare ad osservare e non semplicemente vedere: chi o che cosa dipende da voi.

Sempre, Vostra Autrice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *