La solitudine di carta

Abbiate il coraggio di vivere un momento della vostra vita in solitudine.
Circondarsi di persone ipocrite o semplicemente incompatibili a noi non servirà a scacciar via la paura di restare soli. Inutilmente cerchiamo di occupare i nostri spazi, evitando di rimanere con i nostri pensieri, cercando di non abbandonarci ad essi.
Ma perchè aver paura del silenzio? La nostra mente ha bisogno di un po’ di pace, di serenità. Temerla non è il metodo migliore per accoglierla.
Herman Hesse diceva: “la solitudine è indipendenza: l’avevo desiderata e me l’ero conquistata in tanti anni. Era fredda, questo sì, ma era anche silenziosa, meravigliosamente silenziosa e grande come lo spazio freddo e silente nel quale girano gli astri.”
Così, nonostante il soffio gelido, dovremmo sederci, prendere un bel respiro e osservare quanto si possa imparare vivendo alcuni attimi della nostra vita in questo modo.
Altri, come Maria Miceli, scrive “È la nostra stessa individualità a imporci la solitudine; non è possibile sfuggirle se non a costo di perdere la nostrà identità.
In fondo, accoglierla non è poi così tremendo come tutti pensiamo.
Forse la solitudine ci aiuta a trovarsi e scoprirsi, e tutti ne avremmo bisogno.

Sempre, Vostra Autrice

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *