Cadendo in un pericoloso abisso

Stavo cadendo pian piano in un pericoloso abisso, privo di fondo. Un pozzo senza una via d’uscita. Era come se fossi precipitata lì dentro da molto tempo, ma senza accorgermi mai della mia pazza e dolorante discesa. Non senti più l’aria attorno a te, solo l’acqua che ti sfiora, quasi ti accarezza la pelle pallida.

Stai annegando da molto tempo e non hai mai pensato a come uscirne fuori, oppure non hai mai trovato una soluzione adatta. Si salva solo chi vuole essere salvato, la legge della natura non accetta contraddizioni e noi, innocui come siamo, possiamo solo essere una piccola stella, un punto indefinito in mezzo alla costellazione che viene a crearsi sopra le nostre teste.

Sempre, Vostra Autrice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *