Domenica 3 maggio Castello Ursino liberato

Castello-Liberato

Una festa popolare di rigenerazione urbana, promossa e ideata da associazioni, comitati e volontari, per costruire una Catania a misura di cittadino

Domenica 3 maggio, dalle ore 10.00 alle ore 22.00, il Castello Ursino e tutto il quartiere intorno, sarà liberato dalle automobili e verrà riempito di cultura, arte, musica ed attività di ogni genere, per grandi e piccini. Una grande festa popolare, promossa dalle Associazioni “Lungomare Liberato”, “Salvaciclisti” e “Gammazita”, ideata e costruita da un nutrito gruppo di comitati cittadini, volontari, artisti e numerose associazioni, e realizzata in collaborazione con il Comune di Catania, con lo scopo di riappropriarsi degli spazi urbani, liberandoli, rigenerandoli, rendendoli fruibili e a misura di cittadino. Che i quartieri del centro storico catanese siano luoghi magici e suggestivi, che le loro mura trasudino storia e leggende attraverso cui si può raccontare l’intero ciclo vitale della città etnea, è un fatto palese anche per gli occhi più disattenti. Così come, sembra ormai chiaro che non si può contare esclusivamente sulle proposte delle amministrazioni pubbliche per la realizzazione di quei piccoli e grandi eventi che sono in grado di valorizzare gli stessi luoghi da cui la città trae linfa vitale attraverso il turismo, e che si costituiscono anche come un’occasione ineguagliabile per permettere agli stessi cittadini di vivere e conoscere la propria realtà. Così s’impone l’operato della gente che la città la abita e la vuole vivere fino in fondo e si impone con la forza propositiva di persone che, riunendosi in associazioni, comitati e gruppi attivi, senza fondi, con molte idee, coraggio e tanto lavoro, riescono a creare occasioni aggregative e proposte alternative per una rigenerazione degli spazi urbani, come quella del “Castello Liberato”.
La festa del 3 maggio ha come obiettivo quello di riappropriarsi di uno dei luoghi più affascinanti e ricchi di storia della città di Catania, liberandolo dalle auto e rendendolo fruibile a tutti. Si tratta di un evento all’insegna dell’arte, della musica, della cultura, dell’artigianato, in cui si pone l’accento sulla mobilità sostenibile e sulla mobilitazione dal basso, dove i cittadini potranno godere a pieno di un quartiere che si son cuciti addosso su misura, almeno per un’intera giornata.
Durante la festa, in tutta l’area che circonda il bel maniero federiciano, da Piazza Federico di Svevia al Pozzo di Gammazita fin dentro il fossato del Castello Ursino, sarà possibile partecipare a tantissime iniziative gratuite proposte dalle varie associazioni e dai comitati coinvolti. Ci sono attività per grandi e piccini, per amanti dell’arte o della lettura, per quelli dell’artigianato o per appassionati di storia ed archeologia. Si parte con un evento culturale dedicato alla valorizzazione del Pozzo di Gammazita con l’intervento dei professori Dario Stazzone e Giuseppe Pagnano; si continua con tantissime attività per bambini, laboratori, letture, teatro, sia in Piazza Federico di Svevia che a Piazza dei Libri e una caccia al tesoro per figli e genitori alla scoperta della storia del quartiere. Si prosegue, dall’ora di pranzo fino a sera, con un ritmato susseguirsi di: reading, teatro, dibattiti culturali, mostre d’arte, esposizioni artigianali, presentazioni di libri, esibizioni musicali, danza e giocoleria. Sono così tanti i protagonisti che raccontarli tutti sarebbe impossibile in un solo testo ecco perché affidiamo ai social network il programma completo della manifestazione
(https://www.facebook.com/events/352915431575536/)
Ciò che vorremmo ricordare a tutti è che il Castello Liberato è un evento completamente gratuito, ideato e promosso dai cittadini e realizzato dagli stessi attraverso la sinergia che si è creata tra associazioni, comitati e singoli, che collaborando perseguono il medesimo obiettivo: quello di valorizzare gli spazi urbani che appartengono a tutti.
Castello Liberato è promosso dalle Associazioni “Lungomare Liberato”, “Salvaciclisti” e “Gammazita”, è realizzato con la collaborazione del Comune di Catania, ed è ideato da: Comitato popolare Antico Corso, Comitato Terme dell’Indirizzo, Comitato di via Gisira, Città Felice, GammaZeta, Associazione Etna ‘ngeniousa, Associazione FARE, Associazione One More, Comunità di Sant’Egidio, Hackspace, Centro Contemporaneo, e tanti singoli cittadini ed artisti che stanno prestando arti, mestieri e competenze, per la realizzazione di questa festa.

I volontari del Castello Liberato

CASTELLO LIBERATO
IL PROGRAMMA

Zona frontale Castello Ursino Attività coordinate dal Comitato Popolare Antico Corso

Ore 10,00 Esibizione di XN&P Dance Company di Pierluca Fiasco “ Danze caraibiche” coreografie di Pierluca Fiasco, Chiara Aloisi e Alessio Fiasco
ore 11,00 “ Riccardo e Margherita” illustrano e raccontano storie per bambini a cura di Riccardo Francaviglia e Margherita Sgarlata
0re 12,00 Presso fossato del Castello Ursino – teatro di narrazione per bambini “Fragolina e il giardino della strega” di Chiaraluce Fiorito
Ore 12,00 “Un Medioevo sensazionale, odori e sapori del passato: la storia in cucina” a cura del Comitato popolare Antico Corso
Ore 15,00 “ Le invasioni digitali” trekking urbano a cura di Etna ‘ngeniousa
Ore 17,00 Prof. Edoardo Tortorici “Discorrendo di Catania antica “Presidente Associazione FARE

  1. Debora Borgesi “ Riscoprire Catania e le sue opportunità”
  2. Le invasioni digitali trekking urbano a cura di Etna ‘ngeniousa

Ore 18,00 “Liberiamo Catania” reading e dibattito a cura de La città Felice

Ore 19,00 Le invasioni digitali trekking urbano a cura di Etna ‘ngeniousa

Ore 19,30 Gianni Nicosia acustic guitar “ La chitarra fa piangere i sogni …” ( F. Garcia Lorca)

Ore 20,30 Effetti sonori con gli “ Zaenith “ psichedelic band

  1. Presso lo stand del Comitato… . varie attività per grandi e bambini
  2. mago Francisco del Librino (piccolo libro), cartochiromanzia
  3. Illustrazioni e foto del quartiere Antico Corso e della collina di Montevergine
  4. Foto rilievi e disegni della città degli studenti del Liceo Artisitco E. Greco a cura della prof.ssa Anna Di Carlo
  5. Presso il fossato installazione “ Lacrime sciolgono muri ed aprono nuovi orizzonti alla coscienza” di Cettina Tiralosi, già esposta al Bastione degli Infetti
  6. COMPAGNIA FERRO E FUOCO animazione medievale Combattenti e giocolieri di fuoco

Zone Pozzo di Gammazita e Piazza dei Libri

Attività coordinate dall’Associazione Culturale Gammazita

ore 11.00 “Liberiamo il Pozzo. Mito, letteratura e storia, del Pozzo di Gammazita”

L’Associazione Culturale Gammazita, con la collaborazione della Società Dante Aligheri e Archeoclub Catania, promuove un incontro culturale mirato alla riqualificazione e riappropriazione del Pozzo di Gammazita. Interverranno i professori Dario Stazzone e Giuseppe Pagnano
ore 12.00 – 13.00 Laboratorio di Bolle a cura del Circo Riccio attività per bambini a pagamento
ore 12.00 – 13.30 Laboratorio di costruzione POP-UP in carta a cura di Gammazita attività per bambini gratuita

ore 12.00 – 13.30 “Che Tesoro questo Castello” Caccia al tesoro alla scoperta della storia del Castello Ursino e del suo quartiere. Attività gratuita per genitori e figli curata dall’Associazione One More e dalla Comunità Sant’Egidio
ore 12.30 Esibizione “in verticale” del cantautore catanese Paolo Miano
ore 13.00 – 16.00 Pranzo a cura di Rocket from the Kitchen con attività ricreative per bambini a cura di Associazione One More
ore 13.00 – 14.30 Corso gratuito di viola e violino

ore 15.00 “I monologhi della vagina” reading teatrale a cura di Alice Ferlito con le attrici Stefania Arianna Di Pietro, Chiara Giuffrida, Daniela Liotta, Laura Mancuso Prizzitano, Stefania Micale e Anna Patané
ore 15.30 – 16.00 Laboratorio di Rugby a cura dei Briganti Rugby di Librino dentro il fossato del Castello Ursino. Attività gratuita per bambini

ore 16.00 Intervento di Lucia Borghi della Onlus “Borderline Sicilia”
ore 17.00 Spettacolo di giocoleria a cura di Alex del Circo a Palla

ore 17.00 Laboratorio per adulti “La Magia della Lana” a cura dell’Associazione FiloDritto lavorazione di lana cotta
ore 18.00 Le Partigiane Siciliane raccontate dai ragazzi dell’Istituto Tecnico G. B. Vaccarini di Catania. Intervento a cura della prof.ssa Pina Arena
ore 19.00 Presentazione del libro “Di Madre in Figlia – Vita di una Guaritrice di Campagna” Incontro con l’autrice Marinella Fiume e con l’attrice Liliana Biglio
ore 20.30 Spettacolo di danza-teatro della compagnia “CCU I PEDI DI FORA”
ore 21.30 Axè Brasil Jam Session
La Piccola Scuola Popolare Sambazita interverrà, a sorpresa, in alcuni momenti della giornata portando le sue percussioni a fare un giro del quartiere a ritmo del Samba.

Zona via San Calogero

Attività coordinate dall’Officina GammaZeta

Galleria D’Arte all’aperto in cui transiteranno: Caterina Aidala, pittura; Antonio Aiello, fotografia; Davide Aricò, installazioni; Michele Capobianco, installazioni; Cristiana Cardillo, pittura; Francesco Caristia, pittura; Francesca Consoli, fotografia; Antonio Corselli, cyberbugs; Dora Crisafulli, pittura; Rosaria Forcisi, fotografia; Fabio Nicola Grosso, pittura; Giovanni Gugliotta, art design; Hypnos, pittura; Lucio Lanza, fotografia; Tony Leone, fotografia; Giovanni Lombardo, pittura; Annalisa Mancuso, fotografia; Giovanna Mancuso, pittura; Rossella Maugeri, fotografia; Filippo Monaco, assemblaggio scultoreo; Antonio Moschetto, scultura; Liborio Pellitteri, fotografia; Enzo Platania, pittura; Debora Pluchino, pittura; GianLuigi Primaverile, fotografia; Ornella Rapisardi, pittura; Maria Sarafianos, pittura; Alice Valenti, pittura; Renato Ventura, fotografia
e in più gli espositori di artigianato e non: Al Macramè – I teatrini di carta – Ross photos – Olistic world – Artigianato in cuoio – Lolly Bijoux

ed ancora musica fino a sera

Zona Piazza Federico di Svevia – Strada laterale

Attività coordinate da Valeria Giuffrida

Mostra d’Arte e di Artigianato

Stand informativi di diverse Associazioni e Onlus

Programma attività artistiche:
Durante la mattina esibizione di “Domi Africa” percussioni e tamburi dal Senegal

Nel pomeriggio
Reading a cura di Siculish

Laboratorio ed esibizione di lotta greco romana a cura del G.A.P.A.

Tango e Swing a cura del maestro Enzo Mercuri
Esibizione di danze orientali a cura del C.U.S. Catania

Zona Piazza Federico di Svevia – Chiesa di San Sebastiano

Autobooks a cura del Comune di Catania

Attività a cura di CENTROCONTEMPORANEO

Stand La Tienda Tribe Art

Installazione “ultimo libera tutti” con fioriere, fiori, biciclette e sedute in ferro di Anna Faro (les amies e les enfants)

20.30 – 22.00 “Lembi di Calamaro” music and fire show, a cura di Tommaso Mirabella e Luigi d’Amico

Il seguente programma è un continuo work in progress, e lo sarà fino a chiusura della manifestazione, crediamo fermamente che chiunque voglia contribuire con attività e proposte, alla “liberazione” del Castello debba trovare una piazza aperta.

Invitiamo tutti i partecipanti a lasciare le macchine posteggiate fuori dal centro storico e a venire a piedi, in bici o con i mezzi pubblici, ci piace pensare che una città come Catania con le sue distanze ridotte e possa godere di un centro storico che sia isola pedonale oltre che culturale