Il carnevale si festeggia in strada

Street Parade 2015 - Flyer

(e se i tempi son duri e non ci son carri né buoi, ad organizzare la parata in maschera ci pensano gli stessi cittadini)

di Francesca Aiesi

L’Associazione culturale Gammazita continua a riservare piacevoli sorprese dedicate alla riappropriazione dal basso della città di Catania: domenica 15 febbraio arriva, infatti, la Street Parade di Carnevale.
Si parte alle ore 16:00 da Villa Bellini, luogo caro ai catanesi i quali, sin da bambini, conservano ricordi legati alle tradizioni più antiche e popolari catanesi. Dunque, nulla è lasciato al caso e i festeggiamenti saranno ispirati ad usi e costumi storici affinché non vadano dimenticati.
Gammazita non è sola in questa iniziativa e collabora con altre realtà come il G.A.P.A., il Centro Iqbal Masih, la Palestra Lupo, Etna Rebel Sounds, ma anche e soprattutto con tutti i cittadini che hanno voglia di riappropriarsi delle strade del centro storico nell’atmosfera ricca di allegria e spontaneità tipica del Carnevale.
Queste associazioni ci insegnano quanto basti poco per divertirsi organizzando dei laboratori adatti a grandi e a piccini per la creazione di originali costumi, maschere, cappelli, carri e i più svariati accessori, il tutto con materiali di riciclo e tanta fantasia: è in questo modo che si intende dar vita ad una Street Parade che vedrà come protagonisti giocolieri, teatranti, clowns, artisti di strada, celebri personaggi della Commedia dell’Arte e musicisti di ogni sorta, i quali sfileranno per le vie di Catania animati dal contagioso ritmo della samba suonata dalla Piccola Scuola Popolare di Percussioni “Sambazita”.
“Il ruolo che ha giocato la musica è di fondamentale importanza ed in particolar modo l’allegria della musica brasiliana.” Tiene a puntualizzare l’artista Manola Micalizzi, presidentessa dell’associazione Gammazita, nonché ideatrice della Piccola Scuola Popolare di Samba. “La musica in generale rappresenta un canale comunicativo fortissimo che è da sempre capace di unire persone anche molto diverse tra loro. Quello che si propone di fare la scuola di percussioni, da quando è nata due anni fa, è proprio di diffondere il piacere di suonare in compagnia, così da rafforzare il concetto che la musica brasiliana può essere un buon mezzo per coinvolgere gente di ogni tipo ed età, permettendogli di socializzare tra loro e di tenersi impegnati in un’attività sana e che porta allegria nella vita. Tutta la sfilata di samba è un lavoro della comunità di un quartiere della città e le scuole che insegnano questa disciplina sono associazioni che rispondono a una grande varietà di bisogni degli abitanti del territorio quali l’istruzione o l’assistenza sanitaria. Quale occasione migliore se non quella del Carnevale per dimostrarlo a tutti?”
La parata di Carnevale così pensata dall’Associazione era già stata lanciata l’anno scorso riscuotendo un inaspettato successo e portando per le strade, da Villa Bellini a Castel Ursino, una cascata di colori e di allegria. Per questo motivo, nel 2015, viene proposta ancora una volta come un’occasione imperdibile di
aggregazione, di contatto con l’arte e la creatività, di diffusione della cultura e delle tradizioni, che son tutti quanti beni comuni da valorizzare con azioni che vengono soprattutto dal basso e quindi dagli stessi cittadini.
La festosa sfilata toccherà vari punti del centro storico catanese, verrà intervallata da momenti ludici di giocoleria, teatro di strada e musica, per poi fermarsi in Piazza Lupo (ingresso Via Teatro Massimo): l’ultima tappa offrirà, all’interno della Palestra Lupo, una serata all’insegna della musica a cura di Etna Rebel Sounds e, il ricavato, verrà interamente devoluto per il progetto di riuso della stessa palestra, affinché possa trasformarsi da edificio dismesso da oltre vent’anni a nuovo spazio pubblico dedicato ad attività sociali e culturali gestito da associazioni catanesi da tempo impegnate in azioni volte al cambiamento e al miglioramento di Catania.
Giorno 15 febbraio sarà una giornata da non perdere, in cui il divertimento e l’allegria saranno i protagonisti indiscussi e che daranno l’opportunità alle famiglie, ai giovani, a tutti coloro i quali vorranno, di trascorrere bei momenti da ricordare negli anni a venire.

Street Parade 2015COMUNICATO ASSOCIAZIONE CULTURALE GAMMAZITA

Bastano un pizzico di fantasia, materiali da riciclo, e tanta voglia di divertirsi, per partecipare al Carnevale costruito dagli stessi catanesi per la loro città.
IL CARNEVALE SI FESTEGGIA IN STRADA

Domenica 15 febbraio, a Catania, torna la Street Parade più colorata e chiassosa che ci sia, organizzata da diverse associazioni, famiglie e liberi cittadini, con lo scopo di riappropriarsi del piacere di festeggiare il Carnevale per le strade del bellissimo centro storico cittadino.
Maschere create da materiali di scarto, fantasiosi costumi, accessori e carri riciclati, cappellai matti, personaggi della Commedia dell’Arte, musicanti, teatranti, clown, giocolieri, artisti di strada, sfileranno al ritmo di samba – suonata dalla Piccola Scuola Popolare di percussioni Sambazita – per il centro cittadino, regalando allegria e spettacolo a chiunque s’imbatterà nella festosa banda della Street Parade del Carnevale 2015. Una parata per grandi e piccini, ideata dall’Associazione Gammazita, in collaborazione con G.A.P.A, Centro Iqbal Masih, Palestra Lupo, Etna Rebel Sounds, ed organizzata e messa in scena dagli stessi cittadini, per riappropriarsi con semplicità delle strade della nostra città.
La prima edizione della Street Parade di Carnevale, che si è tenuta lo scorso anno, è stata un successo inaspettato: dalla Villa Bellini al Castello Ursino, musiche, balli, maschere, ma anche letture e attività dedicate ai più piccoli, hanno coinvolto un migliaio di persone. È stato un modo semplice, divertente e diretto, per ricordare a tutti che la creatività, la cultura, le arti e le tradizioni, sono un bene comune da difendere e da valorizzare con iniziative ed azioni dal basso. Ecco perché anche quest’anno si ripropone la stessa, fortunata, formula.
Si parte alle ore 16.00 di domenica 15 febbraio, dall’ingresso della Villa Bellini in via Etnea con le attività ludiche per i più piccini. “La scelta del punto di partenza non è casuale!” ci spiega Manola Micalizzi, presidente dell’Associazione Gammazita “Se ci pensate bene non c’è catanese che da bambino non abbia almeno una foto in maschera scattata proprio nel Giardino Bellini, sul glorioso trenino o vicino alla “vasca delle papere”. È esattamente dalle antiche tradizioni che la Street Parade di Carnevale vuole prendere vita, per onorare usi, costumi e luoghi storici, affinché non vadano smarriti tra i locali climaticamente protetti delle nuove realtà commerciali dell’hinterland cittadino”. La parata proseguirà, quindi, durante il pomeriggio con una festosa e colorata sfilata per le vie della città, che vedrà alternarsi attività di giocoleria, con spettacoli di teatro di strada, e momenti dedicati al contagioso ritmo brasiliano di Sambazita. Il percorso toccherà diverse strade del centro storico catanese per fermarsi a piazza Lupo (ingresso di via Teatro Massimo). La tappa conclusiva della Street Parade di Carnevale 2015, infatti, si svolgerà all’interno della Palestra Lupo, con una lunga serata all’insegna della musica, curata da Etna Rebel Sounds. I proventi della serata saranno integralmente devoluti al progetto di riuso temporaneo della Palestra Lupo, un edificio pubblico dismesso da oltre un ventennio e che si appresta a diventare un nuovo spazio pubblico, dedicato ad attività sociali e culturali, gestito da alcune storiche associazioni catanesi impegnate nel cambiamento della città dal basso.
Associazione Culturale Gammazita