Isis decapita uno degli ostaggi giapponesi

isis_giapponesiSecondo il Site (sito americano che monitora gli jihadisti sul web), uno dei due ostaggi giapponesi, il contractor Haruna Yukawa, sarebbe stato decapitato dai miliziani jahadisti. Un video sarebbe stato infatti inviato al governo giapponese. In questo video comparirebbe un fermo immagine del secondo ostaggio, il giornalista giapponese Kenji Goto Jogo,  che mostrerebbe la fotografia del compagno decapitato accusando il suo governo di non aver fatto nulla pur essendo stato avvertito, nel video inoltre inviterebbe la propria moglie e la famiglia a farsi forza e non cedere.

A questo punto arriva la seconda richiesta dell’Isis per il rilascio di Kenji Goto Jogo: rilascio immediato dell’aspirante kamikaze Sajida al-Rishawi, in carcere in Giordania. La donna era stata inviata da Al Qaeda in Iraq per attaccare un hotel in giordania nel 2005.

Proprio in mattinata il governo giapponese aveva ribadito la volontà di cercare a tutti i costi di salvare la vita dei due ostaggi e dalla Giordania, il vice-ministro degli Esteri nipponico Yasuhide Nakayama, aveva assicurato che “E’ un percorso molto difficile quello per ottenerne il rilascio, malgrado vi siano più strade. ci stiamo concentrando nel valutare più volte le informazioni ricevute. Non ci arrenderemo mai, li riporteremo a casa”. Il portavoce del governo, Kenko Sone, ha confermato che il Paese non spedirà truppe in una missione di salvataggio, la sua costituzione pacifista vieta qualsiasi attacco preventivo. Ma il riscatto non è stato preso in considerazione, almeno non ufficialmente. Come gli Stati Uniti e il Regno Unito, il Giappone è contrario al pagamento.