Boko Haram fa esplodere una bimba

Archivio Boko Haram

Archivio Boko Haram

Se il terrore avesse un volto  allora è probabilmente quello dei miliziani di Boko Haram che in Nigeria hanno compiuto un nuovo attentato usando una bambina di circa 10 anni. Una bambina kamikaze che probabilmente non sapeva nemmeno di esserlo.

L’attentato è avvenuto in tarda mattinata al mercato di Maiduguri, nello Stato di Borno. Fonte della notizia la Croce Rossa locale che parla di un bilancio di 19 morti e parecchi feriti. Qualcuno ha messo una cintura esplosiva addosso alla piccola vittima e quando i vigilantes l’hanno fermata perché i metal detector segnalavano un’anomalia, con un telecomando l’hanno fatta esplodere.

Lo stesso mercato ha già subìto lo scorso novembre altri due attentati e un tentativo di attentato, in quel caso la ragazza kamikaze confessò di esser stata costretta dai genitori a “immolarsi”, ma il congegno non si attivò.

Dopo l’attacco a Baga, dove si temono duemila vittime l’esercito nigeriano starebbe compiendo una violenta offensiva contro i miliziani estremisti di Boko Haram, usando forze di terra e mezzi aerei.