12 morti in attentato a Parigi

attentato-Parigi-7 gennaio 2015Il bilancio sarebbe ancora provvisorio, finora le vittime sono 12, due fra queste sono poliziotti intervenuti durante il feroce raid.

L’assalto è avvenuto all’interno della sede del giornale satirico parigino Charlie Hebdo, testata rea (secondo i terroristi) di aver pubblicato una vignetta contro il “Profeta”. Due uomini armati di mitra Kalashnikov sono riusciti a entrare nella redazione e al grido di “Allah u Akbar” e “Vendicheremo il profeta”. Proprio un’ora prima il giornale aveva pubblicato una vignetta raffigurante Allah che diceva “Al dunque, i migliori auguri”. Tanto, forse, è bastato per scatenare la follia pura.
vignetta-Charlie-Hebdo-OfficielArmati di mitra Ak47 (Kalashnikov), hanno iniziato a sparare su quanti hanno trovato davanti a sé nel furioso raid ed effettuando vere e proprie esecuzioni appena le vittime cadevano al suolo.

Subito sono intervenuti decine di poliziotti, due di questi sono stati uccisi, alla stessa maniera durante la fuga, in strada. Ora decine di posti di blocco per tutta Parigi danno la caccia ai criminali.

Nel frattempo è stata decretata l’allerta di Livello 3, la massima, che paventa il rischio di altri attentati imminenti ed estende l’allerta a tutta l’Europa e agli Stati Uniti d’America.

Già nel novembre 2011 la sede del settimanale venne distrutta da una bomba molotov e dall’incendio generato dall’esplosione.novembre 2011 la sede del settimanale venne distrutta da una bomba molotov e dall’incendio generato dall’esplosione.