Un altro aereo malese scomparso, 162 a bordo

Air AsiaCentosessantadue le persone a bordo del volo QZ8501 Air Asia scomparse con l’airbus A320 della compagnia low cost malese. Ancora una tragedia per le linee aeree malesi che in questo 2014 contano così la terza tragedia dei cieli.

Il volo scomparso nelle scorse ore era decollato dall’Indonesia e doveva atterrare a Singapore. Dei 162 a bordo, compresi 16 bambini (di cui un neonato) nessuno è arrivato a Singapore. Qualcosa ha interrotto bruscamente queste vite. Probabilmente la causa è da ricercare nelle avverse condizioni meteo. Il comandante poco prima della scomparsa dai radar aveva chiesto di poter cambiare quota di volo rispetto alla rotta prevista. L’aereo si è trovato infatti improvvisamente in un imponente fronte nuvoloso in piena burrasca. Ricevuta l’autorizzazione al cambio rotta però, pochi minuti dopo, sarebbe scomparso e ora si ha quasi la certezza che l’aereo debba essersi schiantato, anche se ancora non si ha traccia di questa tragedia avvenuta nella notte, poco dopo le 0.16 (ora italiana) del 28 dicembre. Quello è infatti l’orario ufficiale dell’ultimo contatto radio.

Pochi dubbi sull’esperienza dell’equipaggio, il comandante infatti aveva oltre 60 mila ore di volo ed era ritenuto un grande esperto, il vice comandante (francese) aveva anche grande esperienza di volo. Peraltro la stessa compagnia -pur essendo una low cost- è considerata una delle migliori compagnie aeree al mondo. Le operazioni di ricerca sono state avviate dal centro di ricerche e soccorso dell’isola di Bangka (Indonesia), nel Mar di Giava, secondo le autorità locali, e sospese con il sopraggiungere dell’oscurità. L’Australia, che già ha collaborato nelle ricerche del volo MH370 disperso dallo scorso 8 marzo insieme ai suoi 239 passeggeri, ha offerto il suo aiuto a Malesia e Indonesia.

A bordo ci sarebbero 149 indonesiani, tre coreani, e 4 altri passeggeri rispettivamente di Singapore, Gran Bretagna, Francia e Malesia, oltre a 6 membri dell’equipaggio. Le autorità indonesiane hanno allestito un centro di crisi nel Juanda International Airport di Surabaya, in Indonesia, da cui è partito il volo AirAsia.

Un anno tragico per i voli malesi: lo scorso 8 marzo è scomparso (e mai più ritrovato) il volo MH370 Malaysia Airlines mentre volava da Kuala Lumpur a Pechino con 239 passeggeri a bordo e, il 17 luglio, il volo MH17, sempre della Malaysia Airlines, che fu abbattuto sopra l’Ucraina, uccidendo tutte le 298 persone a bordo.