Rischio attentati di Al Qaeda, terrore nei cieli?

11 settembre 2001Tra Al Qaeda e l’Isis Europa e Stati Uniti d’America (ma anche Australia ed altri alleati) hanno ben poco da dormire sonni tranquilli. Nei giorni scorsi infatti, dopo i proclami islamisti dell’Isis anche Al Qaeda sarebbe tornata prepotentemente a farsi sentire segnalando una serie di possibili obbiettivi per i “lupi solitari” che aderiscono alla Jihad. Obbiettivi americani ed europei e con un preciso invito “L’attesa è finita. E’ ora di imbarcarsi su un aereo“. Si fa concreto il rischio di un nuovo “11 settembre” o piuttosto basta la paura mediatica per agitare il terrore? Non possiamo saperlo.
Secondo esperti dei servizi di intelligence a rischio sarebbero in particolare i voli di alcune compagnie americane come American Airlines, British Airways, United, Air France, Easyjet, Delta (peraltro esplicitamente nominate dagli jihadisti) ma anche altre compagnie aeree.
Nel mirino dei terroristi sarebbero anche diplomatici e altri obbiettivi sensibili.

La tensione, in effetti mai calata, rischia però di generare il peggiore degli incubi: la paura. E forse i proclami, più che mirare a concreti attentati, mirano proprio a minare la stabilità dei viaggiatori generando scene di panico. Vedremo…