Gran Sasso protetto dal drone I-Tunnel

traforo-gran-sassoLa tecnologia aiuta spesso, di questo c’è certezza. Un nuovo dispositivo sta per entrare in funzione nel traforo del Gran Sasso e la sua entrata in funzione garantirà il più alto livello di sicurezza antincendio mai attuato sinora in un traforo. Ed è orgoglio tutto italiano. Si tratta del drone antincendio I-Tunnel interamente progettato e realizzato da G.S.A. (Gruppo Servizi Associati). L’inaugurazione avverrà mercoledì 17 dicembre alle 11 all’interno del traforo della A24, il progetto pilota sarà poi presentato presso il Laboratorio di Fisica Nucleare.

Il drone I-Tunnel affiancherà una squadra di emergenza in motocicletta già operante sul tratto autostradale. Il traforo del Gran Sasso, lungo oltre 10 Km è il traforo autostradale a doppia galleria più lungo d’Europa e 12° nel mondo.

drone-i-tunnelIl presidente della regione Cesare Ramadori, che insieme al ministro Lupi presenzierà all’inaugurazione ricorda che “I tunnel sono infrastrutture importanti che facilitano la comunicazione svolgono un ruolo determinante per il funzionamento e lo sviluppo delle economie regionali. Gli incidenti nelle gallerie, in particolare gli incendi, possono però avere conseguenze drammatiche e risultare estremamente costosi in termini di vite umane innanzitutto, ma anche creare grandi disagi per l’aumento della congestione, causando picchi di inquinamento e pesando nei costi di gestione e riparazione.
L’attenzione per la sicurezza e gli investimenti in nuove tecnologie per Strada dei Parchi rappresentano una priorità e un costante impegno. Puntiamo con continuita’ alla ricerca e allo sviluppo di nuove soluzioni che rendano le nostre autostrade sempre più fruibili e sicure“.

Da oltre tre anni lavora al progetto del drone I-Tunnel un team composto da dirigenti e tecnici, con un investimento di start up complessivo di oltre due milioni e mezzo di euro di tecnologie, progettazione e lavori.