Saipem aggiorna sul progetto South Stream

Tratta da Wikipedia

Tratta da Wikipedia

Con il seguente comunicato ufficiale pubblicato sul sito web della Saipem si annuncia la cessazione, già annunciata, dell’ambizioso progetto South Stream. Le conseguenze immediate e future di questa debacle sono tutte da verificare. Gli scenari che si aprono potrebbero apparire particolarmente inquietanti. Al momento la società registra, già da alcuni giorni, forti perdite del titolo in Borsa.

Il South Stream è (anzi era) un progetto volto alla costruzione di un nuovo gasdotto destinato a connettere direttamente Russia ed Unione Europea, eliminando ogni Paese extra-comunitario dal transito. È un progetto sviluppato congiuntamente da Eni (Saipem), Gazprom, EDF e Wintershall.

Questo il comunicato:

San Donato Milanese (Milano), 4 dicembre 2014 – Con riferimento al comunicato del 2 dicembre scorso relativo al progetto South Stream, Saipem informa di aver ricevuto una notifica di sospensione “Notification of suspension of Marine Spread activities” da parte del cliente.
La notifica riguarda tutti i mezzi navali ad oggi impegnati nelle attività relative alla posa delle tubazioni.
Allo stato attuale non è possibile determinare gli impatti economici della sospensione in quanto non è nota la durata né è prevedibile la decisione finale del cliente.
Saipem è attiva nei business di Engineering & Construction e Drilling con un forte orientamento verso attività oil & gas in aree remote e in acque profonde. Saipem è leader nella fornitura di servizi di ingegneria,
di procurement, di project management e di costruzione, con distintive capacità di progettazione ed esecuzione di contratti offshore e onshore anche ad alto contenuto tecnologico quali la valorizzazione del gas naturale e degli oli pesanti.