Porto Empedocle, arrivano le salme di 18 migranti

migranti

Migranti in salvo (immagine di repertorio)

Ancora morte nel Canale di Sicilia. Le motovedette della Guardia Costiera appoggiate dalla nave “Etna” della Marina Militare, hanno effettuato nelle scorse ore il soccorso di un barcone con un centinaio di migranti a 40 miglia a nord di Tripoli, 150 miglia a sud di Lampedusa. Si tratta dell’ennesima tragedia, che passa sempre più sottovoce, con 18 morti e 76 migranti salvati.

Dall’inizio dell’operazione Triton (che va a sostituire Mare Nostrum), è la prima tragedia del mare (di cui si ha notizia). Si cercano eventuali dispersi.

A Porto Empedocle arriveranno le motovedette con le 18 salme recuperate.

Altri 202 migranti recuperati da altri due barconi in difficoltà saranno trasportati in terra ferma dalle navi “Driade” e Cigala Fulgosi” e si aggiungono ai 76 migranti del naufragio. Non c’è sosta nel Canale di Sicilia.